Da sempre l’ipnosi o autoipnosi è utilizzata nel controllo del dolore, nella risoluzione di disturbi psicosomatici, e nell' eliminazione e correzione di disturbi comportamentali.

Con l’ipnosi o autoipnosi, le esperienze passate dolorose e traumatiche represse nell’inconscio, che sono alla radice delle sofferenze psichiche, vengono gradualmente riportate alla luce con il riaffiorare a memoria di rappresentazioni a forte carica affettiva dimenticate o rimosse. Le cause all’origine dei sintomi vengono quindi elaborate attraverso l’analisi della psiche in stato di trance ipnotica, ed una volta risolte, l’inconscio non ha più necessità di continuare a generare gli stessi sintomi.

Durante una seduta di ipnosi o auto ipnosi, l'ipnologo tende a modificare alcuni pensieri negativi del paziente, oppure cerca di orientarlo contro alcuni comportamenti che il paziente ha deciso di modificare (es. dipendenza da fumo, da alcool ecc.).

Durante una seduta di ipnosi o autoipnosi, si è più disponibili a recepire i suggerimenti volti al cambiamento e al potenziamento delle proprie capacità e facoltà. Il consulente può dunque collaborare con la persona al fine di consentirgli di sostituire abitudini di comportamento inadeguato, con altre più idonee, in un percorso che mira alla graduale acquisizione della consapevolezza necessaria al proprio riequilibrio psicologico.

Tra i disturbi che è possibile correggere con l’ipnosi o autoipnosi ci sono: stati ansiosi, disturbi depressivi, anoressia e bulimia, paura, somatizzazioni, fobie, ossessioni, attacchi di panico, angoscia, dipendenza, problemi di sovrappeso. 

Da precisare che l'Ipnosi o autoipnosi non è uno stato di perdita di coscienza, al contrario è una condizione naturale che si avvicenda e si integra alla veglia; spesso attraversiamo stati di suggestione o di trance che ci aiutano a gestire meglio la realtà circostante. La Trance Ipnotica non è indotta con metodi magici e misteriosi, ma auto-indotta dal soggetto stesso, mentre il Terapeuta ha il compito di facilitare il processo attraverso ad esempio delle tecniche di rilassamento. Favorendo la dissociazione ipnotica tra la mente razionale e mente emotiva, rendendo semplice l'accesso alle risorse inconscie.

I QUATTRO PILASTRI DELL'IPNOSI 

In sintesi possiamo dire che i quattro pilastri dell'ipnosi o autoipnosi sono indubbiamente Franz Mesmer che ha scoperto l'influenza ipnotica dell'energia, Sigmund Freud che dell'ipnosi ha dato un'interpretazione psicoanalitica identificando nei "turbamenti" gli agenti ipnotici e gettando le basi dell'ipnosi quale dialogo verbale, Milton Erickson -presidente e fondatore della "Società Americana di Ipnosi Clinica"- che fu il primo a vedere l'inconscio come qualcosa di completamente distinto e separato dalla mente conscia con la sua specifica consapevolezza e Stefano Benemeglio che ha scoperto la "comunicazione analogica non verbale" quale strumento che permette di comunicare con la sfera emotiva della persona attraverso segni e gesti utilizzati dall'operatore che così riesce ad arrivare allo stato ipnotico comunicando direttamente con l'"Io" profondo della persona. 

Se Sigmund Freud ha scoperto l'inconscio, Stefano Benemeglio ha scoperto come comunicare con l'inconscio come se fosse un "ente presente", riuscendo quindi ad interagire e a negoziare con "lui" attraverso un dialogo relazionale in cui l'ipnosi diventa comunicazione e la comunicazione diventa ipnosi. 

LA SCIENZA E L'IPNOSI

La storia dell'ipnotismo viene fatta coincidere con la storia della psicoterapia stessa.  Molti autori del passato hanno dato interpretazioni al fenomeno ipnosi che tutt'oggi persistono e tendono a condizionare coloro che si avvicinano a questo strumento clinico assai efficace. Per questo motivo abbiamo ritenuto importante evidenziare i nomi dei grandi ricercatori e fondatori dell'ipnosi con il fine di mettere in luce come, molte idee del passato, fraintendimenti di personaggi storici alle prese con quella che è considerata la prima forma di psicoterapia, abbiano contribuito a mantenere in voga idee e preconcetti erronei. 

Alcuni esempi dei preconcetti sull'ipnosi:

  1. In ipnosi si perde il controllo totale FALSO
  2. l'ipnosi è un arte magica FALSO
  3. l'ipnotista o ipnologo può indurre l'utente a fare cose contro la propria volontà FALSO
  4. dall'ipnosi si rischia di non risvegliarsi FALSO
  5. l'ipnosi è pericolosa FALSO

L'ipnosi è da considerarsi uno strumento di cura assai efficace, ad esempio Freud la usò per fondare la psicoterapia, i più grandi psicologi della storia hanno partecipato al suo studio e creazione. 

L'IPNOSI E' UNA SCIENZA E NON UNA MAGIA 

I padri emeriti dell'ipnosi sono:

Franz Anton Mesmer
James Braid
Milton Erickson
Sigmund Freud
Carl Gustav Jung
Stefano Benemeglio
 

Calendario Corsi IPNOSI

loader

Calendario prossimi eventi

Ago
25

25 Agosto 2017, - 27 Agosto 2017,

Ott
1

01 Ottobre 2017, 10:00 - 18:00

Ott
7

07 Ottobre 2017, - 08 Ottobre 2017,

Ott
7

07 Ottobre 2017, 10:00 - 18:00

Ott
8

08 Ottobre 2017, 10:00 - 18:00